Omega Speedmaster Moonwatch: mito intramontabile

Omega Speedmaster

E’ stato chiamato in causa recentemente dopo una specie di mini-sondaggio sulla preferenza verso due “mostri sacri” prodotti da Rolex...

Non potevamo, allora, che celebrare anche lui, a pieno diritto tra i più belli e più apprezzati orologi sportivi esistenti: lo Speedmaster nasce nel 1957 e nel 1966 acquisisce anche la denominazione aggiuntiva “Professional”. Fin dal 1962 la NASA aveva iniziato ad acquistare alcuni modelli prodotti dalle più importanti aziende orologiere (la scelta coinvolse 12 orologi) per valutarne l’utilizzo nelle missioni spaziali. Ma per essere un degno e affidabile compagno degli astronauti, l’orologio ideale doveva essere in grado di superare con successo tutti i test più duri (elevata umidità, corrosione, temperature estreme, vibrazioni, rumori, pressione ecc.). Lo Speedmaster riuscì nell’impresa e si aggiudicò all’apice della carriera il riconoscimento (divenuto lo slogan del prodotto) di “primo orologio indossato sulla luna” (inciso sul fondello avvitato con il rilievo il simbolo del drago con testa di cavallo, insieme all’iscrizione recante l’adozione da parte della Nasa).